Come usare Periscope – per Musicisti

Intervista su Periscope con ALessia Ramusino

Soluzioni per musicisti che usano le nuove tecnologie

Chiunque “vive” il web in prima persona sa che Web sta evolvendo in maniera rapida grazie alle nuove tecnologie che offrono diverse soluzioni molto utili perché funzionali. Una di queste è il Periscope, la nuova app fatta prima per iOs e ora disponibile anche per android.
Che cosa offre Periscope ai musicisti? Ninete meno che il palcoscenico mondiale! Come si può sfruttare? Bisogna lavorare sulla piattaforma Twitter, alla quale appartiene il Periscope.

Facebook e Istagram o Twitter e Periscope?

Per chi non lo sapesse, ora non solo Facebook con Instagram offre grandi soluzioni al Business in generale, ma lo fa altrettanto (se non di più) Twitter con Periscope (vedi mio articolo “Sei Tu la TV”).

Perché Periscope è così importante per gli artisti? Visto che Facebook ha fatto tanto per metterci “faccia a faccia” ed insegnarci di entrare in relazione uni con gli altri, ovvero ad interagire, Twitter con Periscope porta tutto ad un livello molto più alto – permette a chiunque fosse disposto a “vedere il prossimo” – di entrare in contatto diretto e di gestire personalmente il rapporto con le persone con le quali ha scelto di interagire, per via degli stessi interessi e la capacità di fornire un VALORE al prossimo. Senza che gli algoritmi ti tolgano (o aggiungano) qualcosa che magari non avevi scelto!

Queste sono le due prerogative per fare molto bene online per chiunque!

Perché e come usare Periscope?

Artisti devono avere o creare un buon seguito su Twitter, dove la reciprocità conta molto, perché scegli di seguire chi ti interessa e accetti di essere seguito/a da chi ha qualcosa in comune con te. Qui si capisce che la logica dei “numeri grandi a tutti costi” non paga! Come nella vita reale: devi costruire, perché nulla casca dal ‘pero’, ma come frutto maturo da quell’albero chiamato “duro lavoro”.

La Partnership tra Google e Twitter porta un grande svantaggio a Facebook, che rimane il colosso e non solo “la più grande chat room online”, che soddisfa il bisogno delle persone di raggiungere l’intimità, ma pone parecchi ostacoli alla gente comune nell’uso corretto delle Pagine, che restano ottimo mezzo per medie e grandi aziende, per via dei dati che Facebook possiede su tutti noi.

Per i piccoli Facebook è diventato ancor più faticoso sopratutto dopo aver introdotto la cancellazione dei Fan inattivi dalle Pagine. Magari alcuni fan sono inattivi, ma ‘targhetizzando’ i fan potevi arrivare agli amici di quei fan comunque – a pagamento, senza andare per streaming del fan! Così, quando la gente se ne accorrgerà di questo fatto, al posto di fare il lavoro di Sisifo, preferirà un aproccio più naturale di Twitter! Io sono qui a dirvelo per tempo, così vi risparmierete parecchie fatiche e denari.

Alessia Ramusino canta il brano “An Incurable Romantic” dall’omonimo album,
da lei composto ed interpretato

Google e YouTube con Twitter e Periscope

Bisogna proporre alla comunità la propria musica direttamente, perché parliamo di musicisti, ed informare la gente dell’evento che si svolge online! Dunque, non come quello di Facebook dove ti chiama chiunque per un evento qualsiasi e in ogni dove. Facebook ha corso ai ripari proponendo (da poco) di caricare i video sulla loro piattaforma. L’hanno fatto per via del dominio di Google e il suo YouTube, che per un breve tempo Facebook aveva quasi “bandito”, facendoci finire fuori dal Facebook a guardare i video. E’ durato poco, e ora Facebook propone la sua piattaforma video. Stesso Instagram che offre 15 secondi di video, non è in diretta ma “appena dopo”. Secondo me non passerà molto e Facebook magari comprerà Meerkat, un’applicazione uscita lo stesso giorno di Periscope, ma usata per il momento più per marketing. Queste “nozze” sarebbro “naturali”, secondo me, visto che Facebook con la sua soluzione video non può fare paragone con YouTube, perché una piattaforma a se stante (di Google), come Periscope (di Twitter)! Mentre Facebook ingloba da “chioccia” tutto sotto le sue “ali”. La differenza ora è parecchio penalizzante per chi si concentra solo su Facebook.

Agli artisti serve la DIRETTA di Periscope!

Facebook è meglio per grandi (questo lo spiegherò nel prossimo articolo), Twitter per chi grande lo vuole diventare! A questo punto, datevi da fare su Twitter, che tra l’altro ha adesso le stesse identiche possibilità offerte da Facebook per la pubblicità, ma ha due marce in più per il fatto che ha fatto l’accordo con Google per l’indicizzazione immediata delle cose riportate in streaming su Twitter e per il fatto che ci puoi fare “TU TV”, mandando il tuo Evento in DIRETTA e finire su ricerche di Google - in tempo reale! E qui SEO – Search Engine Optimization – non ti deve preoccupare più come prima!

In Diretta con Alessia Ramusino

In Tempo Reale! Proprio quello che farò io intervistando la giovane musicista Alessia Ramusino, di BMA Music di Giorgio Tani, il manager storico della band RICCHI e POVERI, che sta dando spazio anche agli artisti di talento e spessore personale.  Se Ricchi e Poveri ci sono ancora a girare il mondo, e riempire le sale dall’Est all’Ovest, è perché hanno quel “qualcosa” di cui Giorgio Tani può sapere meglio di chiunque altri! Così far parte del suo BMA Music sinifica avere il Know-How che fa la differenza!

Tra i suoi artisti c’è, dunque, Alessia Ramusino che intervisterò per voi domani alle 5 pm Roma time su Periscope. Parleremo della sua carriera e lei vi suonerà e canterà dal vivo alcuni brani e risponderà anche alle vostre domande. Lo stesso faremo più avanti anche con gli altri artisti del gruppo BMA Music. Come si dice – “Stay Tuned”!
Scarica qui PERISCOPE APP!

How-to: Collegati con Valerija su Twitter, scarica Periscope (è gratuito) e presentati su Periscope alle 17:00 domani, venerdì 10.04.2015.

Account Twitter/ Periscope: @Valerija
Collegati con Alessia su Facebook: ALESSIA RAMUSINO
Sito web di Giorgio Tani: BMA Music
Sito di Valerija per artisti (italiano): TeslaLUX

Sei TU la TV

La TV ora sei TU – sei “broadcaster”

Finalmente la Rivoluzione che chiude il vecchio mondo è arrivata! Si chiama Periscope ed è stato rilasciato 19 ore fa. Tra i primi in Italia ho visto Fiorello, un showman Italiano, che non ha resistito di mettere nel titolo la parola “periscope”, per uscire nelle ricerche. Io ho fatto nel mio piccolo il primo broadcasting dal balcone, al mattino, di cui il primo che vedete sotto l’ho fatto apposta senza dire una parola, per ricordare i primi passi del cinemna muto, per sottolineare la distanza storica tra due eventi. 45 live viewers e 28 cuoricini! Niente male per una vista sul cortile e un piccione.

Periscope

Per spiegarvi di che si tratta, in pratica è la stessa cosa come la vecchia TV, tranne per il fatto che questa è iper-interattiva, a differenza dalla vecchia che ci rendeva passivi, qui SEI TU la TV! Ogni utente è il broadcaster! L’esperienza è vivere in diretta una trasmissione da una qualsiasi parte del mondo e trasmettere da dove vuoi. E non solo. Mentre stai trasmettendo, la gente interagisce con te e ti chiede le domande come in una chat e tu rispondi a voce! Se li piace, toccano lo schermo e ti assegnano i cuoricini. Siete in comunicazione diretta, in tempo reale! Trasmissione-ricezione avviene scegliendo per ‘posto’ o per ‘titolo’ della trasmissione o per il ‘nome’ dell’account su Twitter. Perché Periscope è di Twitter! Sul Perisope hai il tuo nome di Twitter. Applicazione per ora è solo su iOs, ma presto arriverà anche per Android.

Già che ci siete, collegatevi con me su Twitter e Periscope: @Valerija.

Partnership tra Twitter e Google

Vi ricordate quando Facebook ha preso Instagram? Ecco, avete capito il tipo dell’unione. Ma qui c’è dell’altro! Sapete bene che una rondine non fa Primavera. Così, parlando di Rivoluzione, dietro questo evento storico c’è anche un accordo storico, direi, tra Twitter e Google, diventati Partner! Perché Twitter ha concesso al Google di entrare nella sua “firehouse”, ovvero ha consentito l’accesso al stream di Twitter e i suoi 9.000 tweet al secondo. Cosa significa questo?

Nessuno vole l’informazione vecchia… Google è “Informazione” per eccellenza. Parlando di informazione “vecchia”, mi riferisco all’informazione di un ora fa! Approfondiremo questo di più in un altro articolo. Ciò che esce da questo accordo è importante, conta QUESTO MOMENTO! Il momento REALE: ADESSO!

Periscopo su TeslaLUX

Come nasce Periscope

Periscope come idea nasce circa un anno fa dall’idea di Kayvon Beykpour e Joe Bernstein, che volevano creare un mezzo che consentisse di guardare il mondo attraverso gli occhi degli altri, qualcosa che si avvicinasse al teletrasporto! Sarà, ma qui ad essere teletrasportati nella storia sono la TV classica che farà il suo nobile giro ancora per poco. Magari ora non ci rendiamo conto, ma il classico “giornalista”, il ruolo, oggi se ne va alla storia insieme alla TV “impositiva”, per lasciare all’interazione, ma sopratutto alla comunicazione diretta il ruolo principale – la strada ora è bidirezionale.

ADESSO TV – la TV in tempo reale

Il noto poeta serbo Branko Miljkovic scrisse una volta: “Un giorno tutti scriveranno le potesie“. Quel giorno è arrivato, si potrebbe dire, non saranno tutte le poesie, ma il mondo sarà più piccolo e voleremo nell’educazione come dei jet (guarda il video – link sotto). Se penso al positivo è perché riesco vedere in questo evento storico l’inizio di un mondo migliore per tutti. La lotta infinita tra chi è attratto dalla morte e chi è attratto dalla vita… continua, ma questo è un grande passo avanti, un passo positivo per chi desiderà le stesse opportunità per tutti. A patto se siamo pronti ad investire nel Sapere – la merce del nuovo mondo. Lasciando alle spalle il “Mondo delle Cose“.

Dove trovare Periscope:

Prendi APP qui: Periscope

Visita sito: Periscope

Su Twitter: Periscope

Articoli consigliati:

Articolo: UP Periscope

Video: Social Media by TeslaLUX

 

LIKE US ON FACEBOOK
Playlist di TeslaLUX